Adorazione Eucaristica

L’Adorazione Eucaristica è un tempo trascorso in preghiera davanti al Sacramento dell’Eucaristia esposto solennemente.È l’atto più alto di una creatura umana nei confronti del suo Creatore, mettersi ai suoi piedi in atteggiamento di filiale ascolto e di lode, reverenza e accoglienza di tutto quanto proviene da Lui, nella consapevolezza che solo Lui basta e solo Lui conta.

Si può pregare in vari modi, ma il modo migliore è una preghiera di silenziosa meditazione sul mistero dell’Amore con cui Gesù ci ha amato, tanto da dare la sua vita ed il suo Sangue per noi. Adorare è lasciarsi amare da Dio per imparare ad amare gli altri… Chi adora pone al centro della sua attenzione e del suo cuore il Dio altissimo, Creatore e Salvatore di tutto l’universo.

Adorare è entrare nell’esperienza del Paradiso, per essere più concreti nella storia.

ADORAZIONE PERPETUA

A partire dal 1° marzo 2017, è stata istituita nella nostra parrocchia l’Adorazione Perpetua. Ogni giorno, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12, e dal lunedì al venerdì, dalle 19 alle 21, è possibile pregare di fronte a Gesù Eucarestia esposto nel Tabernacolo.

Chiunque volesse dare la propria disponibilità di un’ora settimanale (o anche più di un’ora) per l’Adorazione, può scegliere il giorno e l’ora, privilegiando, se possibile, i turni del tutto scoperti o quelli con un solo adoratore.

La scelta può essere effettuata compilando la specifica scheda di adesione che si trova in Chiesa, lasciandola al parroco o ai sacerdoti oppure depositandola nel cestino posto nei pressi del Tabernacolo.

Attraverso la disponibilità che ognuno manifesterà, molte altre persone possono avere l’opportunità di trovare sempre uno spazio accogliente di preghiera e di silenzio di fronte a Gesù Eucarestia.

Per maggiori informazioni e delucidazioni è possibile contattare i responsabili del gruppo dell’Apostolato della Preghiera.

 

“Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici” (Lc 6, 12-13).

“Non siete stati capaci di vegliare con me una sola ora? Vegliate e pregate, per non entrare in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole” (Mt 26 40-41).
“Venite a me, voi tutti che siete stanchi ed oppressi, e io vi darò ristoro” (Mt 11,28).

“…nell’Eucaristia il Signore ci fa percorrere la sua strada, quella del servizio, della condivisione, del dono, e quel poco che abbiamo, quel poco che siamo, se condiviso, diventa ricchezza, perché la potenza di Dio, che è quella dell’amore, scende nella nostra povertà per trasformarla” (Papa Francesco, Omelia nella Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo (30 maggio 2013).